Il lionismo in Italia


1951  –   Milano – a febbraio Mr. Hausman fonda il primo Lions Club italiano: 21 Soci Fondatori. Presidente Mario Boneschi, che nell’anno sociale 1953-1954 diverrà il primo Governatore del Distretto Italiano.

1952  –  a gennaio 72 Soci fondano il Lions Club Napoli. Nello stesso anno nasce il Lions Club Torino con 25 Soci Fondatori. E’ costituito il Distretto 108 Italy.

1953  –  Firenze: Primo Congresso Nazionale che consacra la nascita di altri cinque Clubs: Firenze, Bergamo, Pescara, Como e Parma.

1956  –  Prima edizione dell’ “Annuario del Lions Clubs – Distretto 108 Italy”.

1959  –  Rapallo 7° Congresso Nazionale: il Distretto unico con più di cento Lions Clubs si suddivide in cinque distretti contrassegnati dalle lettere della Nazione “ITALY”.

1960  –  Isola d’Ischia: 1° Congresso del Multidistretto 108 Italy. Si consolida l’instancabile attività di servizio, promozione e realizzazione di iniziative a livello di Club, di Distretti e di Multidistretto, che qualificherà l’Associazione dei Lions in Italia come forza sociale e di progresso civile.

1995  –  Un italiano, Giuseppe Grimaldi, diventa presidente internazionale del Lions Clubs International.

Cinquant’anni di Lionismo in Italia

Un meraviglioso campionario di operatività e di servizio, che se pur parziale, è in grado di evidenziarne la dimensione e la rilevanza sociale:

  • il Service del “Libro Parlato”: migliaia di audiolibri per non vedenti;
  • Portatori di Handicap: interventi mirati a recupero e inserimento sociale: – centri di assistenza e riabilitazione
    aggiornamento pedagogico per insegnanti – centri di ippoterapia – inserimento in ambienti lavorativi;
  • Gruppo sciatori ciechi: scuola di sci in collaborazione con il Club Alpino Italiano;
  • La scuola dei cani guida di Limbiate: due occhi per chi non vede;
  • Contro la diffusione della droga: prevenzione contro la tossicodipendenza;
  • Trapianto del midollo osseo: donate moderne attrezzature ad Enti Ospedalieri;
  • Scambi giovanili: ospitalità di giovani da una Nazione all’altra;
  • Fondi raccolti per la ricerca scientifica: sclerosi multipla, distrofia muscolare, trapianto di organi;
  • Anziani: solidarietà per coloro non più autosufficienti o vittime dell’abbandono;
  • La Banca degli Occhi;
  • Diabete: grande impegno nella lotta alle sue complicanze attraverso lo screening;
  • Lions Quest: centinaia di corsi ogni anno per  insegnanti, genitori, studenti, per sviluppare la gestione dei rapporti interpersonali;
  • Poster per la Pace: migliaia di partecipanti ogni anno al concorso internazionale Lions per i giovani;
  • Progetto Albania: realizzato un Ospedale a Durazzo divenuto valido supporto alle Forze di Pace nelle drammatiche vicende balcaniche;
  • Centro Italiano Lions per la Raccolta degli Occhiali Usati: promuove la raccolta di occhiali da vista in tutto il MD in favore delle nazioni in via di sviluppo;
  • Raccolte di Fondi in favore di zone disastrate da alluvioni e terremoti: ricostruzione di edifici;
  • Finanziamenti per le “Stroke Unit”, unità di terapia intensiva dell’Ictus Celebrale;
  • Recupero di opere d’arte, insostituibili documenti del nostro passato.

E ancora interventi per la cultura e per la salvaguardia dell’ambiente. Sono autentiche testimonianze della vitalità e della ricchezza dei nostri ideali di Lions, che ci spingono a proseguire in un’azione in cui fermamente crediamo, quella cioè di dare una parte di noi stessi per aiutare chi ne ha bisogno, nell’ambito della nostra comunità o in altre parti del mondo.